Città BelliEstate XXL e fuori sede

La manifestazione ricreativa si terrà al Parco urbano e durerà ben sette settimane Il trasloco dallo stadio è ritenuto fattibile – Forse arriva anche il villaggio del Tour

Un’opera da completare

La scelta del Parco urbano non è frutto del caso. Secondo il capo del Dicastero opere pubbliche e ambiente si tratta an- che di testare l’area come ubicazione per grandi manifestazioni (da una a tre) ogni anno, si pensi a concerti di grosso richia- mo come quello dei Gotthard tenuto proprio su quel terreno nell’agosto del 2013. Le condizioni, come detto, ci sa- ranno. Ma in realtà ci sono già adesso, a prescindere dall’evoluzione del proget- to per la vera realizzazione del Parco ur-

bano (nel corso dell’ultimo anno non so- no infatti mancate le perplessità di chi ha visto l’area un po’ abbandonata). Prossi- mamente, aggiunge Christian Paglia, il Municipio trasmetterà al Legislativo il messaggio con la richiesta di un credito di circa 8/900.000 franchi per dare final- mente un contenuto concreto al proget- to che aveva dovuto essere dilazionato nel tempo anche per motivi di priorità fi- nanziarie. Si tratta di inserire i cosiddet- ti elementi di arredo (piante e panchine ad esempio), uno specchio d’acqua che

possa fungere da zona di refrigerio, una piccola copertura, l’illuminazione. I la- vori, se il Consiglio comunale accetterà la proposta, potrebbero partire o un po’ prima della manifestazione o dopo, e co- munque senza intralciare gli eventi. Ad ogni modo, assicura il municipale, gli al- lacciamenti necessari (acqua ed elettri- cità in primis) ci saranno a prescindere dell’evoluzione (o meno) del cantiere. Ed è proprio ciò che è stato verificato nelle scorse settimane. Avanti, quindi. Per un inizio d’estate da notti magiche.

Scarica l’articolo completo